Il colpo d’aria e il colpo della strega

l colpo d’aria non esiste!

Spesso si associa il mal di schiena ad un colpo di freddo; in realtà non è una corrente di aria fredda che blocca la schiena, piuttosto una reazione della muscolatura che si contrae per difesa, causata dalla vasocostrizione prodotta dal bassa temperatura.

Il colpo della strega… forse

Tra le varie classificazioni della lombalgia abbiamo quella legata alla causa di comparsa del dolore.

Distinguiamo quindi una lombalgia meccanica o non meccanica.

MECCANICA: insorta dopo un movimento o un trauma specifico.

Si presenta come intenso dolore lombare o lombosacrale a comparsa improvvisa, che costringe il paziente all’immobilità ed eventualmente all’assenza dal lavoro per almeno due giorni. Spesso in seguito a movimenti di flessione o rotazione del tronco inappropriati che determinano una lesione delle strutture miofasciali che prima erano integre.

Questo episodio viene detto anche “colpo della strega”.

Quindi, di sicuro non è il termine più appropriato ma l’idea di un colpo improvviso può rendere l’idea

Tutte le strutture della colonna (ossa, legamenti, dischi, articolazioni e nervi) interagiscono in maniera meravigliosa per supportarci nelle milioni di cose che facciamo ogni giorno con la nostra schiena, ma saltuariamente il meccanismo si

inceppa causandoci quello che viene definito dolore lombare meccanico.

NON MECCANICA: causata da processi infiammatori, neoplasici o legata a patologie o disfunzioni degli organi interni.

Escludendo cause patologiche, la lombalgia in questo caso insorge in seguito a tensioni da ricercarsi negli organi interni e muscoli della zona; si può considerare come una lombalgia secondaria, adattativa. Stitichezza e colon irritabile, disturbi della sfera urogenitale (cistiti, prostatiti), disfunzioni renali, sono solo alcune delle disfunzioni viscerali che creano sovraccarichi e tensioni anomale sulla muscolatura lombare che reagisce con “blocchi” e dolore.

Nella lombalgia di tipo meccanico si avvertono sensazioni precise :

Rigidità mattutina, appena alzati dal letto, che rende difficoltoso il “mettersi in piedi”, ma che passa poco dopo la “messa in moto”;

Dolore pulsante, penetrante, localizzato.

Questo tipo di lombalgia può essere associata a lesioni muscolari, ernie, degenerazione dei dischi o fratture vertebrali;

I sintomi migliorano con il riposo.

Nella lombalgia di tipo non meccanico si avverte:

Rigidità mattutina che non passa con la “messa in moto”;

Dolore non ben localizzato, che si sposta ed aumenta e

diminuisce di intensità durante la giornata;

questo tipo di lombalgia può essere associata solitamente a problemi digestivi o intestinali.

I sintomi migliorano con l’attività fisica.

 

Che si tratti di lombalgia di tipo meccanico o non meccanico l’essenziale è rivolgersi a centri specializzati, senza aspettare troppo!

Sfrutta trenta minuti del tuo tempo per una consulenza gratuita con noi.