I consigli (corretti) per un intestino efficiente

Pancia gonfia, ritenzione idrica, sudorazione eccessiva, irritabilità, stanchezza, cefalea, disturbi digestivi e naturalmente il sovrappeso sono segnali di avere un carico eccessivo di tossine nel corpo. L’intestino è uno dei principali organi con la funzione di eliminare queste tossine.

La dott.sa Delia RavettiBiologa Nutrizionista ci spiega  cosa succede nel nostro corpo.

L’eccessiva introduzione di grassi, zuccheri e additivi vari genera molecole che arrivano a contatto con il sistema immunitario dove vengono trattate come tossine.

Nel corpo abbiamo degli organi con la funzione di filtro, cioè sono preposti all’eliminazione degli scarti metabolici, questi organi vengono chiamati emuntori.

I principali organi emuntori sono fegato e cistifellea, rene e intestino.

Tutti questi organi , oltre a questo ruolo, hanno anche altre importanti funzioni.

Quindi, se oltre alla normale routine quotidiana, vengono caricati di superlavoro con un’alimentazione scorretta, uno stile di vita scorretto e magari intolleranze alimentari, non possono che cadere in patologie da sovraccarico.

Il sovraccarico è dovuto all’accumulo di scarti metabolici che il corpo cerca di eliminare, ma non riuscendo a farlo completamente, intossica l’organismo.

Un organismo intossicato è un organismo che difficilmente perde peso,

spesso è gonfio, proprio perché trattiene i liquidi.

L’ intestino quando è sovraccarico di tossine crea importanti disturbi sia a distanza (ad esempio i disturbi dell’umore) sia in loco (stitichezza, dolori, meteorismo )

o problemi alla schiena come abbiamo visto.

Per questi motivi è importante partire dalla depurazione per migliorare la funzionalità intestinale.

 

La depurazione si occupa di eliminare i sovraccarichi.

Come prima cosa bisogna individuare le sostanze che danno origine al sovraccarico e diminuire o eliminarne l’ingresso scegliendo un’alimentazione adeguata e studiata sulla propria situazione.

Bisogna, poi, stimolare gli organi emuntori con prodotti a base di erbe.

Contemporaneamente lavorare sulla gestione dello stress e, se il mal funzionamento dell’intestino interessa anche la schiena, occuparsi anche della schiena con un trattamento osteopatico.

Il percorso richiede tempi variabili, mediamente non meno di ventuno giorni.

 

Prenota una visita con Delia Ravetti per iniziare a depurare in maniera corretta e controllata l’intestino chiamando il 0119401313 o invia  una e-mail.

Se vuoi approfondire questo ed altri argomenti e vuoi ricevere a casa la nostra rivista Schiena Viva vai su questa pagina.

A presto

Fabrizio

Invia con WhatsApp