Esiste una soluzione per alleggerire la mente

Di Delia Ravetti, biologa nutrizionista, mindfulness counselor

Anche in ambito lavorativo questa fase ha messo in evidenza delle modalità nuove e delle criticità.

Per chi non ha mai smesso di lavorare c’è sollievo, soprattutto in ambito sanitario, ma ci sono tutte le conseguenze dei mesi passati “in un film dell’orrore” come mi ha detto una persona che lavora in ospedale.

Per chi lavora da casa, il famoso smart working non sempre è SMART, può essere un impegno uguale a prima, otto ore davanti al computer, spesso con orario fisso, con il problema di gestire casa e figli mentre si lavora. Le richieste lavorative non sono cambiate, anzi in certi casi è peggiorata la tensione, sono diventate più complesse le modalità.

Le persone che hanno un lavoro autonomo parlano della preoccupazione per il domani e si percepisce una sensazione di sfiducia in una ripresa, quasi di rassegnazione.

Molte persone che lavorano a contatto con il pubblico raccontano la difficoltà nel gestire l’insofferenza, anche la rabbia dei clienti/utenti.

Il denominatore comune è il cambiamento, il lavoro oggi è diverso da prima della pandemia, in molti casi è più difficile oppure in pericolo.

La paura o il rimpianto non aiutano a migliorare le condizioni, anzi possono bloccarci in una sensazione di impotenza.

Anche nella situazione più difficile abbiamo delle risorse interiori cui fare appello per affrontare ogni momento e scoprire che esistono delle soluzioni che mai avevamo preso in considerazione.

Perché possano affiorare in noi, liberandoci dalle paure, occorre un allenamento alla presenza mentale cioè alla consapevolezza di quello che c’è momento per momento. Scoprire la possibilità di un’attenzione che non giudica in modo abitudinario porta ad avere una prospettiva più equilibrata, una mente più ricettiva ed aperta e di conseguenza una forza che arriva dall’interno per trasformare le difficoltà.

Per aiutare tutte quelle persone che mi chiedono supporto in questo periodo, nell’impossibilità di fare gruppi “dal vivo”, ho deciso di organizzare un seminario on line.

Ci occuperemo di osservare come funziona la nostra mente, i suoi meccanismi nel produrre sofferenza, nel reagire alla paura, alla rabbia e alla confusione  nei momenti di difficoltà come questo.

Parleremo dell’insoddisfazione di cui soffre la maggior parte di noi.

Capirai che la paura o le preoccupazioni nascono nella tua testa e che il corpo, di conseguenza,  si irrigidisce in tensioni dolorose.

Sperimenteremo insieme una pratica di consapevolezza (mindfulness) per ritrovare la connessione tra la mente e il corpo, per esplorare sensazioni, emozioni e pensieri per alleggerire la mente e ricreare un nuovo equilibrio.

La pratica che imparerai, se sarà mantenuta con costanza nella vita di tutti i giorni, ti  potrà portare benefici come la riduzione degli stati negativi (ad esempio la rabbia e l’insofferenza), l’aumento dell’energia e della capacità di concentrazione.

Il seminario si svolgerà lunedì 22 giugno dalle 21.00 alle 22.30 sulla piattaforma Zoom.

La prenotazione obbligatoria alla mail  info@alchemia.to.it 

Il prezzo è di 15€