Alimentazione e mal di schiena: quanto sei stressata?

“Incontriamo  donne che lavorano 8, 10, 12 ore al giorno, incontriamo donne che devono gestire l’organizzazione familiare con mille impegni, incontriamo donne che devono fare entrambe le cose. Quando una donna lamenta l’impossibilità di prendersi cura di sé  va ascoltata e aiutata.

Noi pensiamo che  non esista una scala di maggiore o minore validità dello stress percepito dalle donne.

Qualunque motivo porti una donna  a essere sempre in attività, a sentirsi sempre sotto pressione  è un motivo valido, ma va affrontato!  Perché non si può andare a ritmi folli per sempre …”

Schiena Viva  affronta la situazione un passo alla volta.

 

Se ti riconosci in questa premessa  prova a farti alcune  domande:

“Ti capita di agitarti anche per piccole cose o imprevisti?”

“Ti capita di sentire l’ansia che sale quando succede di dover fare più cose contemporaneamente?”

A volte la sensazione è di aumento di carico emotivo, un carico tutto sulle tue spalle.

“Hai difficoltà a delegare o farti aiutare?”

“ faccio più in fretta e meglio a fare da sola” oppure ” perdo più tempo a spiegarlo che farlo io…”

 

Questa situazione è aggravata dai sensi di colpa:

“Non posso permettermi di  sottrarre tempo ai figli, al lavoro, al marito, non sono serena come vorrei, sono sempre nervosa, nonostante mille fatiche non riesco a condurre la vita che voglio, non sono perfetta come vorrei…”

 

Le donne che si trovano in questa situazione, che hanno queste sensazioni danno la priorità a tutto fuorché a se stesse  e quindi dimenticano di alimentarsi bene e occuparsi delle proprie esigenze.

Questo tipo di stress generalmente provoca: tensione muscolare, rigidità a livello articolare, dolori diffusi nella parte bassa della schiena e nel tratto cervicale.

Mangiare di corsa senza portare attenzione a quello che si mangia (perché non sia ha il tempo magari di fare la spesa o cucinare per sé) comporta inevitabilmente difficoltà digestive, reflusso,  addome gonfio o disordini intestinali o tutte queste cose insieme, oltre a probabili insonnie e cefalee.

 

“Pensi sia possibile andare avanti così?”

Questo è l’aiuto che  Schiena Viva offre per affrontare questa situazione:

Quando ti senti pronta per fermarti un attimo puoi venire a fare la consulenza Schiena Viva,

dopodiché consigliamo la visita con Delia Ravetti, Biologa Nutrizionista e Naturopata.

La valutazione dal punto di vista nutrizionale prende in esame la persona nel suo complesso,

il livello attuale di energia: come avverti la stanchezza? Qualità del sonno?

lo stato emotivo: quali strategie possono aiutarti?  Quali risorse puoi trovare dentro di te?

la nutrizione:  come ti alimenti durante il giorno, durante la settimana? quali sono le difficoltà maggiori? Ti manca tempo o organizzazione?

Gli strumenti a disposizione sono molteplici : alimentazione depurativa, antiinfiammatoria alcalinizzante, un’attenzione particolare all’intestino e alla biochimica degli alimenti.

Affinché questi strumenti possano essere utilizzati ti sarà di aiuto un lavoro sulla consapevolezza che ti porti a vivere lo stress in modo meno faticoso, a permetterti di essere più attenta a non ricadere in quelle abitudini che hanno creato le problematiche.

Ti potrà aiutare integrare il tuo percorso con del movimento. Delle sedute individuali con un personal trainer ti permetteranno di staccare la spina, distrarti, ritrovare l’elasticità di un tempo per sentirti sciolta e più forte.

Un massaggio mirato nella zona in cui si accumula la tensione maggiore accelererà il risultato.

Non devi fare tutto, non devi fare tutto insieme, devi fare come ti senti: un passo alla volta.

Puoi prenotare la consulenza Schiena Viva chiamando il numero 0119401313

o inviando una e mail a info@alchemia.to.it